13 settembre

A guardarmi indietro non sembra nemmeno appartenermi quella vita.
Anche perché è così lontana, piena di me così diversi.
Irriconoscibili.
Mutati.
Sono quello che sono oggi per quello che ero.
O almeno cosí un viaggiatore mi disse sotto la pioggia.
Arrivi ogni anno, sempre con un tuo modo di fare.
Sempre uguale e così diverso.

Ciao, 13 settembre.